In occasione dell’inizio di primavera, con il cambio di stagione dovremmo favorire un’alimentazione naturale e leggera, per permettere alle funzioni fisiologiche di entrare e ambientarsi con armonia nel nuovo ciclo che Madre Terra ci dona.
L’essere umano come parte integrante del Grande Universo – Micro e Macro Cosmo – ha necessità di riconnettersi consapevolmente ai cicli della natura strettamente connessi alla realtà del proprio sistema interno, in quanto non è altro che un pezzettino del Tutto, a sua immagine e somiglianza.Si dice spesso “il buongiorno si vede dal mattino”.
Ma come contribuiamo a far iniziare bene la nostra giornata?

Dalla tradizione Yoga e Ayurveda, antiche scienze olistiche e di salute indiane, ci arrivano importanti nozioni su come prenderci cura del corpo e pratiche di igiene e pulizia personali.

Ecco semplici consigli di base per il rituale mattutino in bagno, una routine da mantenere quotidianamente per ripulirci da ogni tossina costantemente e per ottenere giornate piene di energia.

• Eliminare tossine i rifiuti più grossolani dal corpo, prima di tutto appena svegli si dovrebbe urinare e andare di corpo (stimoli che non sono mai da trattenere in alcun momento, come starnutire, tossire, ecc.)

• Lavare il viso con acqua fresca e così sciacquare la bocca e gli occhi sempre con acqua fresca, non calda!

• Il naso! Con acqua tiepido/calda, introducendo un po’ d’acqua, come inspirandola e poi soffiando fuori le impurità – come quando al mare ci entra l’acqua nel naso – diamo qualche colpo energico al punto giusto senza eccessivi sforzi.
(Sarebbe ideale la pratica di Jala Nati ma questa la vedremo in dettaglio, è particolare e minuziosa e soprattutto non è da improvvisare! ) Consigliata è la respirazione e la pratica purificatrice di Kapalabhati insegnata dallo Yoga e la vedremo dettagliatamente!

• Le narici andrebbero poi lubrificate con un pochino di olio naturale-alimentare o di sesamo o girasole, oppure ci accontenteremo dell’olio d’oliva se è quello a nostra disposizione. Basta giusto la punta del dito come quantità.
Laddove abbiamo spazzato via le impurità o creato eventuale secchezza assicuriamoci di nutrire con la lubrificazione, così che virus e batteri non creino il loro habitat nelle secchezza.

• Passiamo al cavo orale. La lingua andrebbe raschiata delicatamente con un netta lingua apposito, meglio in rame. Se non lo si ha, è possibile utilizzare un cucchiaio, partendo dal fondo lingua fino alla punta, raschiando via la patina(Ama) depositata durante la notte, che noterete benissimo ogni mattino. I rifiuti del corpo se non eliminati andranno a depositarsi nel corpo, creando colture così da aggravare il suo stato di benessere.
Non usate gli spazzolini, irritano e inoltre le tossine farebbero casa lì!
Si passa poi a un cucchiaio d’olio (sesamo o girasole) da passare min 10 minuti in tutta la bocca, per massaggiare le gengive, facendolo passare tra i denti e da un lato all’altro. Sputare al termine magari nel wc. Sciacquate con acqua fresca e passate lo spazzolino senza dentifricio!!

• A stomaco vuoto un bel bicchiere d’acqua tiepida/calda con limone (sufficiente un quarto, di più a piacimento) e un pizzico di sale, che non guasta! Alla salute!! Tutta salute!

• Ideale una bella pratica Yoga sana e consapevole anche solo qualche Asana(posizione), portando attenzione alla colonna vertebrale, al risveglio dei muscoli e al respiro, punti ben affrontati con le nostre pratiche di Yoga del Respiro.

Entrando in queste abitudini noterete forti miglioramenti a livello fisico, mentale ed emozionale con il tempo.
Come sempre, come insegna lo Yoga, l’importante è la pratica e la costanza.