Seminari

La trasformazione dell’energia nei Chakra

con il maestro Rino Siniscalchi

Incontro adatto a tutti, neofiti e praticanti
Si propongono una serie di incontri sui chakra, in cui si valuterà tutto il percorso dalla radice alla sommità, ma focalizzando l’attenzione su un singolo chakra per volta.
I chakra sono raffigurati come fiori aventi un certo numero di petali, i quali costituiscono le caratteristiche significative di quel centro. Ebbene, l’aspetto psichico completo del chakra deriva dall’equilibrio di queste forze, ovvero vritti.
Questo termine indica le fluttuazioni della mente, che non si arresta mai e produce in continuazione stati alterati che creano disagi e malesseri. A tal riguardo, Patanjali, personaggio mitico della cultura yogica, dichiarava che compito dello yoga era quello di acquietare la mente, mettendo sotto controllo tali ondeggiamenti psichici: “yogaś citta vṛtti nirodhaḥ” ovvero “lo yoga acquieta (nirodha) le fluttuazioni (vṛtti) della mente (citta)”.
Ebbene, in questo cammino ci si soffermerà sugli aspetti di ogni chakra e se ne analizzerà la struttura, non solo da un punto di vista filosofico, ma soprattutto su quello psichico, per capire perché e in qual modo la mente persevera nel suo stato di costante agitazione, cosa che risulta ancor più frustrante nel corso della meditazione, quando risulta impossibile tenerla a freno, intanto che saltella da un oggetto all’altro: pensieri, ricordi, preoccupazioni e altro ancora. Si vogliono mettere in chiaro tutti questi aspetti e vedere come si possono risolvere con i vari stadi dello yoga. Infatti, in questo processo, ogni volta che la mente comincia ad allontanarsi, viene richiamata al suo compito di percepire la posizione, ascoltare le energie che vi scorrono dentro, così che senza troppe difficoltà si potrà provare ad elevare la coscienza.
Lo studio meticoloso dei componenti di un chakra ne permette la conoscenza precisa e offre la possibilità di passare da uno stadio all’altro con ragionevole agio.

Il percorso è strutturato in 6 incontri che si svolgeranno il sabato pomeriggio dalle 14:00 alle 18:00:
09 Febbraio – I° e II° Chakra “Muladhara e Svadhisthana: Le necessità vitali”
02 Marzo – III° Chakra “Manipura: L’individuazione”
23 Marzo – IV° Chakra “Anhatha: La relazione”
27 Aprile – V° Chakra “Vishuddhi: La collettività”
18 Maggio – VI° Chakra “Ajna: La conoscenza”
01 Giugno – VII° Chakra “Sahasrara: La porta sull’infinito”

Prenotazione obbligaria entro il 20 Gennaio 2019
max 10 posti

ASANA : VALORE, SCOPO E LIMITI

con il maestro Rino Siniscalchi
domenica 25 novembre ore 10.00-18.00

Prenotazione obbligaria entro il 20 novembre 2018
max 10 posti

Incontro adatto a tutti, neofiti e praticanti

Secondo la tradizione le asana sono basate sul sistema sottile, per cui, tramite l’assunzione delle varie posizioni, si possono purificare i canali energetici.
Il seminario intende indagare finalità e potenzialità di asana, e trovare la maniera migliore per incanalare l’energia verso specifici punti del corpo e ottenere un notevole beneficio psicofisico.
La costruzione della postura deve essere molto precisa e consapevole, poiché man mano che si procede, si deve uscire dal livello asana per passare alla fase successiva, inerente al piano energetico per non rimanere in una dimensione meramente biomeccanica. A tal fine, sarà necessario mantenere da subito un’opportuna interiorizzazione, per cogliere le trasformazioni che via via hanno luogo nel corpo, nonché nella psiche, così da seguire il processo di elevazione verso la coscienza. Questo significa comprendere e percepire lo scopo specifico di una posizione, l’equilibrio psicosomatico, apprezzare lo stato di benessere, ma anche accogliere qualche eventuale disagio provando ad armonizzarlo e integrarlo nell’ insieme.
Si faranno approfondimenti su punti specifici, generalmente trattati solo nelle loro linee essenziali, per puntare a un quadro più completo dell’argomento. Si eseguiranno studi meticolosi della biomeccanica, proprio per andare oltre questa, valutando i muscoli fondamentali nel processo respiratorio.
Altri strumenti di grande rilievo in questo percorso sono i mudrā, per la loro capacità di sintetizzare una serie di sensazioni e impressioni in gesti simbolici o posizioni corporee di tutta la persona.
Inoltre vi sono i mantra, che offrono la possibilità di creare vibrazioni che, dalla periferia, possono essere convogliate verso il centro e i chakra alti.